Festeggiamo
10 anni di
innovazione

2006: Tutto è cominciato da qui – il debutto della “Drift”

Nella migliore tradizione dell’industria tecnologica californiana, Zero Motorcycles (che allora portava il nome di Electricross) viene fondata a Scotts Valley, California a pochi passi da Santa Cruz, da un ingegnere aeronautico appassionato e innovatore: Neal Saiki. Sul mercato ancora non esistono automobili o moto elettriche fabbricate in serie. È appena uscito il documentario “Who Killed the Electric Car?” [Chi ha ucciso l’auto elettrica?]. La potente motocicletta del peso di soli 64 kg è emozionante da guidare e in questo momento un’invenzione rivoluzionaria. Nel nostro reparto produzione ne è oggi esposto con orgoglio un esemplare.

2006 Drift

2006: Un modesto inizio – apre il primo negozio Electricross

Grazie all’interesse crescente nei confronti della Drift, l’11 giugno Electricross apre un modesto negozio a Scotts Valley, in California. La comunità di sport d’azione di Santa Cruz abbraccia la nuova tecnologia. Neal inizia una rivoluzione su due ruote, conquistando tutti, dagli appassionati delle strade di montagna agli amanti del fuoristrada in cerca di un modello di moto da guidare tranquillamente nel cortile dietro casa.

Electricross storefront
2007
2007 Zero Motorcycles logo

2007: Un nuovo nome – Electricross diventa Zero Motorcycles

Viene lanciato il logo classico, che riporta “emissioni zero”.

2007: Il nostro “DNA” – sviluppo della prima Zero

Per sfondare nel mercato delle motociclette, Zero Motorcycles si specializza sulle moto fuoristrada. Mentre le moto non possiedono velocità massime elevate o una grande autonomia, il gruppo propulsore elettrico è potente e silenzioso, ampliando gli orizzonti della mobilità su due ruote.

Zero Motorcycles 2007 Zero X
Un aneddoto
La Zero X originale disponeva di due interruttori: uno per la coppia e l’altro per la velocità massima. In posizione “low/low” era abbastanza docile, mentre in “high/high” stupiva i motociclisti con la sua coppia e potenza istantanee. Molti di loro hanno perso il controllo impennando sulla ruota posteriore e capovolgendosi.
2008

2008: Un’azienda in piena crescita – a quota 25 dipendenti

La sede di Zero Motorcycles si sposta in un nuovo edificio a Scotts Valley, California e raggiunge un totale di 25 dipendenti. Gli uffici sono solo due: uno per il fondatore e uno per l’amministratore delegato. Lo stabilimento di produzione è direttamente adiacente a questi. L’entusiasmo crescente di Zero Motorcycles porta a una collaborazione con il nostro primo investitore, che ha stimolato la nostra crescita fino a oggi.
Jay Leno

2008: Jay Leno apre le danze – il test ride della Zero X

È stato solo questione di tempo prima che il comico e rinomato collezionista di veicoli Jay Leno decidesse di provare una Zero. In seguito, definisce la Zero X come il “futuro del motociclismo” e dice: “potresti attraversare una riserva naturale di uccelli e non disturbare nessuno”.
2009
James Dentton

2009: Conversione all’elettrico – James Denton della serie televisiva “Desperate Housewives” guida una Zero

James Denton, star di “Desperate Housewives,” riceve una visita dal fondatore di Zero Motorcycles, Neal Saiki, e guida una Zero X nei pressi del suo chalet nel Montana. “Qui, l’unico rumore che sento è quello della ghiaia”, dice. “È magnifico. Una potenza incredibile.”

2009: Electricross – la prima corsa al mondo da 24 ore per moto elettriche

Organizzata nel cuore di San Jose su un circuito per moto fuoristrada, l’Electricross 24 ore è il primo evento fuoristrada di endurance al mondo dedicato esclusivamente alle moto elettriche. Invitiamo i clienti, lo staff e la stampa a partecipare. L’atmosfera è elettrica in ogni senso del termine. Dieci squadre gareggiano e ciascuna arriva al traguardo. È un esempio straordinario dell’autonomia che le moto elettriche sono in grado di offrire. La squadra vincente completa il vertiginoso numero di 1.015 giri e 808,1 km, spianando la strada verso un record mondiale.

2009: Dalla pista alla strada – Zero Motorcycles lancia la prima moto omologata per strada

La Zero S è la prima moto elettrica da strada ad essere fabbricata in serie. Seppure l’autonomia e la velocità massima sono limitate a 80 km e 97 km/h, la moto è una novità mondiale. La Zero S include anche un telaio e una carenatura completamente nuovi ed è presto seguita dalla Zero DS, per coloro che vogliono una moto tuttoterreno omologata per strada. “Per la prima volta si trattava di vere moto fabbricate in serie”, dice Abe Askenazi, Direttore Tecnico e di Prodotto precedentemente attivo presso Buell Motorcycles.
Un aneddoto
Il giorno in cui è avvenuto il lancio della Zero S, l’interesse generale è stato talmente alto che il sito web dell’azienda è collassato.

2009: Sempre più in alto – presentazione della Zero MX

Progettata con sospensioni più robuste, la Zero MX consente agli amanti del fuoristrada di saltare più in alto e atterrare più dolcemente.

2009: Test in luoghi speciali – inizia una tradizione

Zero Motorcycles si reca nel deserto Anza Borrego in California con nuovi modelli fuoristrada, dando inizio a una nuova tradizione di test effettuati in luoghi remoti. Presto il nostro intrepido staff R&S viaggerà fino alla Valle della Morte per un test a temperature elevate, in Oregon per testare la guida prolungata su bagnato e a Pismo Beach, California, per sottoporre le moto all’azione di sabbia e sale. Da lì, la “squadra di demolizione” ha continuato mettendo a dura prova le moto a Baja, completando il Rubicon Trail nelle Sierras e ha dato il via alla tradizione di viaggi settimanali al parco locale per veicoli tuttoterreno a Hollister Hills. Che lavoro ragazzi...

2009: Dall’altra parte dell’Atlantico – Zero Motorcycles apre un ufficio europeo nei Paesi Bassi

Con costi energetici elevati, aree urbane densamente abitate e una vibrante cultura “a due ruote”, l’Europa rappresenta una situazione perfetta per le prime incursioni oltreoceano.
Un aneddoto
Zero Motorcycles ha iniziato a commercializzare le moto direttamente agli acquirenti approfittando di una rete di rappresentati appassionati (non “rivenditori”), che mostravano le moto alle persone e gli consentivano di provarle.

2009: Hey Mate! Zero Motorcycles conquista il mercato australiano

Zero Motorcycles vende già da un anno i suoi modelli fuoristrada X e MX, ma l’arrivo dei modelli S e DS segna l’ingresso nel paese delle moto elettriche omologate per strada. Il lancio in Australia viene affiancato da trial di veicoli elettrici effettuate presso la fiera di motociclette di Sydney.
Un aneddoto
Nel 2010 Zero Motorcycles lancia i siti web in tedesco, francese, italiano e spagnolo, nonché siti dedicati per l’Inghilterra e l’Australia.
2010

2010: Zero Motorcycles e le gare su strada – vinciamo la prima Electric Superbike Race del Nordamerica

Zero Motorcycles unisce le forze con Agni Motors per vincere il primo eGrandPrix, campionato mondiale per moto elettriche TTXGP presso la Sonoma Raceway in California, con il pilota Sean Highbee. L'azienda ha ottenuto anche un'enorme risorsa nel settore gare ingaggiando Kenyon Kluge (ora Direttore Motori Elettrici). Oltre alla sua esperienza come ingegnere elettrico presso la vicina Silicon Valley, Kenyon era un pilota di velocità di livello ed ex campione AFM 750 su moto a combustione interna. Non ha tardato molto a mettere le sue abilità al servizio di Zero Motorcycles, e vince la primissima classe TTX75 alla guida di una Zero fabbricata in serie. Egli diventa inoltre un pilota di spicco nella categoria successiva chiamata eSuperstock. “Sono convinto che non c'è nessun modo migliore di testare una moto se non mettendola alla prova durante una gara”, dice Kenyon. “Così abbiamo gareggiato ogni volta che ne avevamo la possibilità”.
Governor Arnold Schwarzenegger

2010: La spinta definitiva – Arnold Schwarzenegger passa a Zero Motorcycles

Lungo tutta la sua storia, ZeroMotorcycles ha avuto l’onore di annoverare quali clienti del proprio marchio atleti e celebrità, e uno dei primi è stato il governatore della California Arnold Schwarzenegger. In una cerimonia presso la capitale dello Stato di California, l’interprete del film Terminator e avido motociclista cita i benefici ambientali delle moto elettriche e il nuovo programma di incentivi di Stato per incoraggiarne l’uso.
Un aneddoto
Nel 2010 Zero Motorcycles ha raggiunto quota 50 dipendenti.
2011
Zero Motorcycles 2011 Zero XU

2011: Nessun posto dove ricaricare? Non c’è problema. Presentazione della Zero XU

La Zero XU viene introdotta come soluzione innovativa per gli spostamenti in città. È la nostra prima moto su strada con pacco batterie estraibile in modo tale che chi vive in città possa caricare le batterie ovunque. Abbiamo inoltre introdotto un accessorio per la “carica veloce”. Nel frattempo, i nostri modelli Zero S e DS continuano a espandere i limiti di autonomia e potenza.
Un aneddoto
Nel 2011, la fabbrica Zero Motorcycles ha più che raddoppiato la sua produttività.
Zero Motorcycles 2011 Police

2011: La soluzione discreta – le prime moto Zero Motorcycles per la polizia

I dipartimenti di polizia non hanno tardato molto a scoprire i vantaggi delle motociclette elettriche in materia di sicurezza, servizio di sicurezza in occasione di eventi e controllo della folla. Senza cambi marcia, frizione e grazie al motore silenzioso, le moto Zero sono perfette per il pattugliamento. Nel 2011 il nostro dipartimento di polizia locale a Scotts Valley, California è stato il primo ad approfittarne. Oggi oltre 80 squadre di polizia e dipartimenti per la sicurezza dei parchi in tutto il paese si servono di moto Zero per espletare il loro lavoro giornaliero, e siamo fieri di aiutarli a fare il loro dovere.
2012

2012: La cifra magica – Zero Motorcycles raggiunge un’autonomia di 160 km

Quest’anno segna un grande salto in avanti in quasi ogni direzione. Per la prima volta, l’autonomia per il ciclo urbano raggiunge numeri a tre cifre: 183 km. Questo è dovuto alla nuova tecnologia delle batterie che si serve di un “pacchetto” invece di celle cilindriche. Inoltre, la vita delle batterie (basata su cicli di carica) può ora facilmente superare la vita della moto. Le moto annunciano l’arrivo di un motore brushless e di un’elettronica per maggiore semplicità e affidabilità. Per la prima volta vengono usati cerchi in lega, e tutte le moto possiedono uno styling completamente nuovo. In molte forme, la maggior parte di questa tecnologia è oggi ancora in uso.
240%

2012: Non ci ferma nessuno – Zero Motorcycles ottiene una crescita del 240% nel primo trimestre

Zero Motorcycles ingaggia oltre 50 nuovi rivenditori solo in Nord America. Molti di loro sono rivenditori multimarca che fanno parte dei 100 concessionari più professionali e pionieristici dell’industria.
Fabio

2012: “Non posso credere che non è benzina” – Fabio Lanzoni guida una Zero

Lo sapevate che Fabio Lanzoni, modello, attore, e star dello spot televisivo di margarina “I can’t believe it’s not butter” (non posso credere che non è burro), è un avido motociclista e appassionato di veicoli elettrici? Fabio amplia la sua già estesa collezione di moto con una Zero DS e diventa portavoce dell’associazione nazionale di difesa dei veicoli elettrici Plug In America.
Brandon Miller Salt Flats

2012: Successo al Salt Flats – Zero Motorcycles segna un record di velocità

Una moto Zero segna un record mondiale di velocità per moto elettriche presso la salina Bonneville Salt Flats, con una media di 163,593 km/h su una distanza di 1,6 km. “Le moto elettriche di Zero Motorcycles sono le moto di serie più veloci del pianeta [nel 2012]”, dice il pilota Brandon Miller in sella a una Zero S ZF6.

2012: Potete correre ma non nascondervi – Zero Motorcycles lancia le moto militari

È naturale che le Zero siano state selezionate per essere usate a scopo militare grazie alla loro discrezione e velocità. Speciali moto militari includono generalmente pneumatici personalizzati, equipaggiamento e batterie intercambiabili. Non possiamo rivelare oltre, l’argomento è top secret.
Zero Motorcycles Police

2012: Moto discrete – Bogotà e Hong Kong sono pattugliate da Zero

Praticamente silenziose, economiche, senza emissioni, perfette per adempiere alle esigenze dei compiti di pattuglia cittadina. Gli ufficiali di Bogotà e Hong Kong iniziano a pattugliare le strade e i sentieri usando flotte di moto per polizia Zero S e DS.
2013
Terry Herschner

2013: Un altro record – Electric Terry attraversa il paese

Terry Hershner, anche conosciuto come Electric Terry, è la prima persona ad attraversare il paese a bordo di una moto elettrica partendo da San Diego, California, per arrivare a Jacksonville, Florida in cinque giorni, 135 ore, senza alcun tipo di sostegno e servendosi delle infrastrutture di ricarica esistenti. Terry si è convertito in un intrepido tester di prodotto per Zero Motorcycles e segna numerosi record di endurance, incluso un “Iron Butt” (1.600 km in un giorno). Ancora oggi è facile trovarlo spesso nei pressi degli uffici di Scotts Valles guidando in compagnia di Charger, il suo cane!
Zero Motorcycles App

2013: Il risveglio della Z-Force – batteria, motore e app completamente nuovi

La tecnologia Zero Motorcycles fa un enorme passo avanti, lanciando un pacco batteria con celle tuttora in uso. Questo consente a una singola batteria di essere usata come “pacco costitutivo” per ciascun modello di moto, inclusi quelli con batterie (modulari) intercambiabili, o a capacità variabile (modelli a tre o quattro “batterie modulari”). L’intero gruppo propulsore Zero è ottimizzato a 102 volt. Viene lanciato un nuovo motore con raffreddamento ad aria brevettato e ad alta efficienza, nonché un’app Bluetooth che permette agli utilizzatori di personalizzare i parametri di performance mediante smartphone.
American Motorcycles - Ben Rich

2013: Un altro viaggio di lunga percorrenza – Ben Rich percorre 7.200 km in sella a una Zero

Ben Rich diventa la seconda persona ad aver attraversato gli Stati Uniti a bordo di una moto elettrica, percorrendo 7.200 km da Charleston, South Carolina fino al quartier generale di Google a Mountain View, California. Questo segna per Ben l’inizio di un tragitto annuale di lunga distanza: nel 2014 compie un tour ad anello di 9.600 km che inizia e finisce a New York. Nel 2015 un altro tour ad anello di 11.250 km lo porterà da New York alla Florida, in Messico e a Montreal, prima di fare ritorno a New York. Quest’ultima impresa guadagna la copertina del magazine di motociclismo “American Motorcyclist”.
Zero Motorcycles Pikes Peak

2013: Race to the Clouds – Zero Motorcycles e Hollywood Electrics vincono Pikes Peak

Per la prima volta, la famosa cronoscalata Pikes Peak International Hill Climb include anche una sezione dedicata alle moto elettriche. I veicoli elettrici sono idealmente perfetti per l’impervia “Race to the Clouds”, della durata di 10-12 minuti, che ha luogo ogni giugno in Colorado, poiché questi non sperimentano perdita di potenza nell’aria rarefatta a 4.270 metri. Zero Motorcycles e il prominente rivenditore e partner Hollywood Electrics si uniscono in una squadra per vincere la classe produzione e la gara inaugurale, da allora facendo lo stesso ogni anno.
2014
Perry King - Just Better

2014: L’attore Perry King dice di Zero Motorcycles – “è semplicemente meglio”

Perry King, star televisiva, collezionista di moto, pilota e proprietario di una Zero elogia le moto elettriche in un video intitolato “It’s Just Better”.

2014: Un anno eccezionale per la Zero SR – velocità massima e coppia a tre cifre

Il modello più potente di Zero Motorcycles, la Zero SR, è ora dotato di 144 Nm di coppia, una cifra battuta solo da poche altre moto di serie, di qualsiasi tipo. È inoltre in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e presenta una velocità massima di 164 km/h. Introduciamo l’accessorio Power Tank, in grado di aggiungere un’autonomia significativa.
Un aneddoto
Nel 2014 oltre 25 dipartimenti della polizia negli Stati Uniti hanno in dotazione le moto Zero.
2015
Zero Motorcycles 2015

2015: Siamo arrivati – Zero Motorcycles aggiunge nuove sospensioni e freni ABS

Zero Motorcycles entra pienamente nel mercato delle moto di serie aggiungendo pezzi di elevatissima qualità quali pneumatici Pirelli e sospensioni completamente regolabili Showa. Nella sua prima produzione per moto elettriche, i freni ABS Bosch diventano standard lungo la linea omologata per strada, introducendo enormi misure di sicurezza e controllo.
2016

2016: Per la gioia dei motociclisti – Zero Motorcycles presenta la sua supermoto

Puntano sul trend in crescita della supermoto, Zero Motorcycles introduce la Zero FXS. Con un peso inferiore a 140 kg e con una coppia di 95 Nm, la moto trasforma le normali vie cittadine in un parco giochi urbano. Un altro modello, la Zero DSR, offre una coppia di 144 Nm su una base duale sportiva in grado di arrivare ovunque. Un nuovo motore Z-Force IPM (a magneti permanenti interni) offre semplicità, durata e performance migliorata durante viaggi lunghi e in condizioni estreme. E non è tutto: l’azienda introduce il Charge Tank, un’opzione di carica rapida che consente l’uso delle stazioni di ricarica pubbliche di secondo livello sempre più comuni, riducendo il tempo di carica a due o tre ore.
Un aneddoto
Nel 2016 Zero Motorcycles ha raggiunto quota 150 dipendenti.
Zero 2016

2016: Lo skater e leggenda di X Games, Bob Burnquist, in sella a una Zero – “Questo è il futuro”

La leggenda dello skate Bob Burnquist, l’atleta che ha vinto X Games con più frequenza della storia, visita una fabbrica Zero Motorcycles e acquista due moto Zero per uso personale su strada e sentieri vicino alla sua casa in Sud California. “Questo è il futuro”, dice Bob in un video che ha aiutato a produrre. “Puoi iniziare ora o essere l’ultimo a salire sul carro. Le cose si stanno elettrizzando.”

2016: Un decennio fantastico – Zero Motorcycles festeggia il suo anniversario con un modello speciale

Per segnare 10 fantastici anni di progresso, Zero Motorcycles ha introdotto una speciale moto di avventura, la Zero DSR, che include lacca nera metallizzata, grafiche personalizzate a tema anniversario, carica rapida grazie al Charge Tank integrato, un parabrezza dual sport, portapacchi posteriore e paramani.
Zero Motorcycles 2016 anniversary edition DSR